kamala harris

Kamala Harris ha vinto al fianco di Joe Biden le elezioni USA 2020.
E’ diventata la prima donna, di origine multietnica a vincere e assumere il ruolo di vecepresidente degli Stati Uniti.
La sua storia personale ci regala un sogno: Kamala ha 56 anni nata in California nel cui stato è senatrice dal  2017. Mamma indiana e padre jamaicano, sposata con  Douglas Emhoff.

Kamala Harris, una donna di valore

Kamala Harris, figura di riferimento per i progressisti moderati, paladina delle minoranze , delle comunità afroamericane e delle donne si è pronunciata anche contro la pena di morte e a favore dei matrimoni gay.
Dedica la sua vittoria alle donne nere, asiatiche, native americane che nel corso della storia hanno aperto la strada alla realizzazione di questo suo sogno diventato realtà.
Ringrazia Biden e il suo coraggio nel nominarla vicepresidente buttando giù un muro. Un muro che ancora qui in Italia non sembra abbattersi.

Questa nomina sarà solo l’inizio di una lunga storia di nuova e vera uguaglianza di genere. Anche in campo politico, dove le donne fanno sempre fatica a ricavarsi dei veri ruoli decisionali.
Kamala Harris salita sul palco per il suo riscorso cita le parole del politico statunitense, John Lewis:

“la democrazia non è uno stato, è un atto”.

Voleva diffondere il messaggio di non dare mai per scontata la democrazia, in quanto essa è forte quanto è forte la volontà di combattere per essa.
Svegliandosi, questa mattina tutto il mondo ha un motivo in più per credere che i sogni, se fortemente voluti e inseguiti, possono trasformarsi in realtà!

Buon mandato vicepresidentessa!

Leggi anche:Prevenire è vivere

Scritto da:

Nadia

Mamma single di Luca