il sonno dei bambini

Le cause principali dei risvegli precoci

Quando il tuo bimbo si sveglia troppo presto alla mattina, se lo metti a letto più tardi la sera, dormirà più a lungo alla mattina…vero?? Ti sembra quasi che il tuo bambino abbia la sveglia che suona ogni mattina alle 5:00 e ti senti così stanca che tutto il caffè del mondo non possa bastare a tenerti sveglia?
Non sei l’unica. Scopriamo insieme il sonno nei bambini e cosa possiamo fare per migliorare le cose.

Sai perché le mattine spesso risultano molto complicate?

Perché nella seconda parte della notte il sonno del bambino, sia il tuo, soprattutto tra le ore 4:00 e le 6:00, è molto più leggero.

Pensa questo: alla sera quando il tuo bambino o tu dopo tutta la giornata siete stanchi, le condizioni per andare a dormire sono migliori: buio, stanchezza dopo tutta l’attività, la temperatura del vostro corpo che si abbassa leggermente. Tutto ti dice che adesso sarebbe un momento giusto per andare a dormire.

Nelle prime ore della mattina tutto cambia. Il sorgere del sole, le ore passate nel sonno, il livello della melatonina (l’ormone del sonno) che comincia abbassarsi e il fatto che rimani più spesso nella fase del sonno più leggero (REM); tutto questo aumenta la probabilità di risveglio anche se il nostro corpo ha bisogno di dormire più a lungo.

Tu però hai imparato come tornare a dormire anche se ti svegli alle 5:00. Il tuo bambino che si sveglia precocemente ogni giorno, avrà bisogno, con il tuo aiuto, di imparare come farlo.

Il sonno nei bambini: analizziamo le cause principali dei risvegli precoci

  1. La luce dall’esterno. La camera dove dorme il tuo piccolo devrebbe rimanere totalmente scura alla mattina e anche per i sonnellini. Dicendo totalmente scura, intendo le condizioni alle quali quando, mettendo la tua mano davanti agli occhi, non la vedi proprio. Anche la minima fonte di luce potrebbe svegliare un bimbo. Spesso solo le tende oscuranti non bastano. Le tapparelle o gli scuri invece si!
  2. Il tempo dell’attività tra i sonnellini e tra l’ultimo sonnellino e l’ora della buonanotte è troppo lungo. È molto importante essere consapevoli dei tempi nei quali un bambino riesce a rimanere attivo senza stancarsi troppo. Le cosiddette “finestre del risveglio”, dipendono dall’età: per esempio per un bambino di 4 mesi dovrebbero essere da 90 minuti a 2 ore. Se un bimbo di quell’età rimane sveglio più a lungo diventa sovra stanco.
  3. Un bambino va a letto troppo tardi. L’orologio biologico dei bambini non funziona come il nostro. Se vanno a dormire troppo tardi, non dormiranno più a lungo alla mattina. Anzi, al contrario questo causerà i risvegli notturni e le sveglie precoci.
  4. Sonnellini troppo brevi o troppo lungi Se il tuo bambino ha meno di 6 mesi, avrà bisogno almeno di 3-4 ore di sonno diurno (i più piccoli molto di più!). Tra 6-18 mesi almeno 2-3 ore e sopra i 18 mesi almeno 1,5 ore. Se un bambino non raggiunge questi minimi, esistono tanti modi per allungare il pisolino! Se invece dorme molto di più-puoi limitare un sonnellino (si, in alcuni casi va bene svegliare un bambino!).
  5. Rinforzo di un genitore So che può sembrare strano, ma…il momento in cui tu reagisci subito e raggiungi il tuo bambino presto alla mattina puó provocare i risvegli sempre circa alla stessa ora. Semplicemente gli dai l’informazione che è l’ora di cominciare la giornata.⁣⁣
    Ti do un esempio: durante la settimana la tua sveglia suona sempre alle 5.45 e non vedi l’ora di dormire più a lungo nel weekend. Arriva il sabato e tu,senza sentire la sveglia, apri gli occhi alle 5.45 e pensi“ma come?!”. Questo succede perché il tuo corpo segue l’orologio interno che ha memorizzato l’ora abituale di sveglia (tu però di solito riesci a riaddormentarti).

Anche il tuo piccolo ha questo l’orologio interno. Cerca di non rafforzare questo momento con l’interazione, ma trattalo come se fosse ancora la notte. Se ti rendi conto che il piccolo ha fame, nonostante abbia mangiato anche dopo la mezzanotte, valuta che forse prima (o durante il giorno) non ha mangiato a sufficienza. Altrimenti di sicuro potrebbe prolungare il sonno almeno di 1 ora.

 

Dimenticavo… non vorrei deluderti ma se il tuo bambino si sveglia tra le 6.00 e le 7.00, anche se a te magari sembra troppo presto, questo è l’orario in linea con il suo ritmo biologico.⁣

A questo punto svegliarsi “troppo presto” vuol dire PRIMA delle 6.00.

Se lotti da tanto con i risvegli precoci o notturni, non devi accettare questa situazione ed aspettare mesi o anni per migliorare il sonno del tuo bambino. Se ti approcci ai problemi con la consapevolezza, potrai regalare al tuo bimbo e alla tua famiglia il riposo di cui hanno veramente bisogno.

ARTICOLO A CURA DI  Olacoccola

Consulente del sonno infantile

www.olacoccola.com

 

Leggi anche: Cestino della musica

Scritto da:

MammeinTilt

Sito web dedicato alle famiglie. Esperte che rispondono ad ogni dubbio, genitori che si consultano e condividono i momenti più belli, tutorial lavoretti e attività educative, pubblicità ai brand adatti alla categoria.