biscotti stella

Come tutti sappiamo, durante le festività Natalizie ci si ritrova sempre ai fornelli per preparare dolci squisiti.
Cucinare per tutta la famiglia è di sicuro il momento migliore per riunire la famigli, poi diciamocela tutta: quanto ci piace preparare insieme ai nostri bambini i biscotti di Natale?! Di seguito gli ingredienti, la preparazione della ricetta e qualche consiglio per utilizzare questi gustosissimi e profumatissimi biscotti stellari!

Ingrediendi per i biscotti stella

Ingredienti per circa 35 biscotti
350 gr di Farina 00
250 gr di burro freddo
150 gr di zucchero
4 tuorli
8 gr di lievito in polvere per dolci
1/2 bacca di vaniglia
Scorza d’arancia o di 1 limone
Per decorare:
1 albume
Zucchero di canna q.b.

Preparazione biscotti

Per realizzare i biscotti stelle di Natale versate in una ciotola bella capiente la farina, il lievito e il burro freddo tagliato a cubetti.

Successivamente aggiungete i 4 tuorli e lo zucchero e aromatizzate il composto con i semi del baccello di vaniglia e la scorza d’arancia o limone.
Impastate gli ingredienti a mano e una volta amalgamati spostatevi su una spianatoia per formare un panetto liscio e omogeneo.
Stendete successivamente il panetto con un mattarello e raggiunto uno spessore di 3-4 mm prendete uno stampino a forma di stella e iniziate a sagomare i biscotti.
Con uno stampino a stella più piccolo o con l’apposito cilindro forate il centro del biscotto.
Una volta sagomate le vostre biscostelle adagiatele su una teglia rivestita di carta da forno, spennellatele con l’albume cospargendoli con lo zucchero di canna.
Ricordate che gli scarti possono essere impastati di nuovo per altri biscotti.

Cottura e utilizzi

Cuocete i biscostelle in forno statico pre riscaldato a 180° per circa 20 minuti.

Una volta che i vostri biscotti stella di Natale si saranno cotti e li avrete fatti intiepidire potrete appenderli all’albero di Natale utilizzando dei nastri da far passare nel foro al centro oppure potete utilizzarli come segna posto per la tavola delle feste.

E mi raccomando ricordate di lasciarne qualcuno sotto l’albero per Babbo Natale!

 

Leggi anche: Il vischio: tra realtà e leggenda